MUSICA & MATURAZIONE

Questa storia ha dell’incredibile, ma la scienza e dalla loro parte!

La distilleria Copper Kings in Luisville, Kentucky, nella produzione del loro brandy artigianale applica al processo di maturazione un elemento davvero insolito. Ebbene si, musica reggae, hip hop e jazz. Il team ritiene che le pulsazioni musicali alterino l’evoluzione dello spirito nella botte, migliorando sotto diversi aspetti il prodotto finale.

La dark Island a New York, anch’essa una famosa distilleria che ha sposato appieno questo metodo di maturazione, ci spiega che il team punta verso i whisky e rum del 1700. Secondo gli storici sembrerebbero stati quelli di migliore qualità in assoluto, non a caso venivano trasportati nelle stive delle navi oppure nei vagoni dei treni per un periodo di circa 6 mesi, dove l’unica costante era il MOVIMENTO.

La mia opinione personale è che le vibrazioni creano una maggiore interazione tra il liquido e la botte, favorendo lo scambio tra di essi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: